ATVL-Logo

Il 12 giugno si è insediato il nuovo consiglio dell’Associazione Toscana Volontari della Libertà affiliata alla FIVL (Federazione Italiana Volontari della Libertà), che riunisce il partigianato autonomo e cattolico.
Fin dal 1948 il mondo della Resistenza si divise tra ANPI, FIVL e FIAP con i comunisti delle Brigate Garibaldi riuniti nella prima realtà, i partigiani e patrioti autonomi, cattolici, ex militari (i cosiddetti “badogliani”) nella seconda, mentre i socialisti confluirono nella Federazione Associazioni Partigiane.
In Toscana nacque ATVL che ebbe importanti sedi a Lucca, Pisa, Firenze, Pistoia e Siena.
La nuova presidente è Simonetta Simonetti e sarà accompagnata nel suo lavoro dalle vice presidenti Patrizia Pieroni e Gemma Giannini. Nel direttivo anche Paolo Battistini.
Scopo di ATVL è quello di mantenere vivo e integro lo spirito della Resistenza ricordandone i caduti ma anche i valori che portarono alla riconquista della libertà. Una lotta, quella della liberazione, che mise in campo non solo uomini in armi ma donne, sacerdoti e i tanti prigionieri nei campi in Germania che rifiutarono l’adesione al nazifascismo.
I valori dunque di fraternità, di pace, di libertà, di diritto alla conoscenza e alla condivisione, sono centrali per le attività dell’Associazione Toscana Volontari della Libertà che nella Costituzione democratica della Repubblica italiana, trovano spirito e spunto di lavoro.