L’Associazione Toscana Volontari della Libertà Lucca e Pisa partecipa al dolore per la scomparsa di Silvano Sarti, il partigiano con il nome di battaglia di ‘Pillo’, presidente onorario dell’Anpi di Firenze, protagonista della liberazione del capoluogo toscano dai nazifascisti nell’agosto del 1944 e medaglia d’oro al valore militare. Aveva 93 anni e dopo l’8 settembre 1943 fu renitente alla leva repubblichina. Catturato dai tedeschi, venne processato e graziato ma fu deportato a Cassino e messo ai lavori forzati nella costruzione delle fortificazioni tedesche. Riuscì con altri a fuggire e rientrato in Toscana aderì alle Squadre di Azione Patriottica.

“Con lui se ne va – dichiara la presidente di ATVL Lucca Pisa, Prof.ssa Simonetta Simonetti  – un partigiano che ha combattuto per la libertà, la patria e la democrazia. Non dobbiamo dimenticare l’esempio e il sacrificio. Esprimo vive condoglianze alla famiglia e all’ANPI”.

partigiano-sarti.jpg